Cenni Storici e Finalità - Circolo Banchette Storico

Vai ai contenuti

CENNI STORICI e FINALITÀ del
CIRCOLO BANCHETTE

Il CIRCOLO BANCHETTE è una
Associazione di Promozione Sociale (APS)


Il Circolo non persegue alcuna finalità di lucro.

Il Circolo è un'associazione a cui possono aderire tutti i cittadini senza alcuna discriminazione.

Breve CENNO STORICO

Il CIRCOLO BANCHETTE è la più antica associazione esistente in Banchette.
Le sue origini risalgono a prima della nascita delle "società di mutuo soccorso" di cui fu parte attiva.
Nel 1888 veniva stampato, in Ivrea, presso Stab. tip. L. Garda il "Regolamento" del "Circolo famigliare di Banchette".
Il logo del Circolo richiama le simbologie e le caratterizzazioni di Banchette: il castello,
rappresentato simbolicamente; l'ulivo rappresentato dall'albero a fianco del castello; i sette colli su cui sorge Banchette rappresentati dal grigio racchiuso nella linea sinusoidale; l'azzurro racchiuso tra le due linee più in basso rappresenta la Dora Baltea; mentre gli spazi, tra la Dora ed i colli, rappresentano la pianura con i campi ed i prati, il tutto racchiuso da un ramo di alloro ed uno di quercia a simboleggiane il valore e la solidità.
Il Circolo ha da sempre svolto, e tuttora svolge attività  di associazionismo volto alla gestione, allo svolgimento e alla divulgazione delle attività culturali, sportive, turistiche, ambientali ed ogni altra attività di assistenzialismo e del tempo libero.
Per raggiungere il suo scopo ha collaborato e collabora con Enti ed Associazioni che perseguono lo stesso fine.
Il Circolo è un'associazione a cui possono aderire tutti i cittadini senza alcuna discriminazione.

COMPITI DEL CIRCOLO SONO:

essere strumento per la crescita democratica del paese;
esso opera mediante iniziative culturali, turistiche, formative, ambientali, ricreative, sportive ed ogni altra attività atta al raggiungimento degli scopi inerenti i propri fini sociali;
è attivamente impegnato nella lotta contro tutte le discriminazioni, sociali, culturali ed ogni altra discriminazione;
Avanzare proposte all'Ente Pubblico e partecipare attivamente alle forme decentrate di gestione democratica del potere locale, per una adeguata politica del territorio e per la utilizzazione e la gestione sociale degli impianti e delle istituzioni culturali, turistiche, ambientali, sportive e ricreative poste in essere dall'Ente Locale e/o da privati.

Torna ai contenuti